giovedì 13 ottobre 2016

A quel tempo Cristo deve essere stato il re dei pusher, dal momento che quasi tutti misurano gli istanti trascorsi da quando si è allontanato diventandone schiavi. Ma la roba veramente buona , quella che incantandoti ti spingeva a vedere candelabri che volano insieme ai carri, croci e morti che resuscitano, la dava solo a quelli del suo cerchio magico. Cavalli di frisia , mulini a vento, e altri patemi della mente, sono i frutti di un'astinenza prolungata.



2 Commenti:

Alle 16 ottobre 2016 07:40 , Blogger Non Lo So ha detto...

si si... altrimenti era il nulla di fronte agli occhi!

 
Alle 16 ottobre 2016 10:53 , Blogger diamonds ha detto...

In Africa la gru coronata governava i mondi e il pensiero. I palamedes greci inventarono le lettere dell`alfabeto guardando le garrule gru in volo. Kurti in persiano, ghurnuq in arabo: uccelli che si svegliano prima del resto del creato per recitare le preghiere dell`alba, I cinesi xian-he, uccelli del paradiso, recavano messaggi sul dorso fra i mondi celesti. Le gru danzavano nei petroglifici occidentali. Il vecchio uomo gru insegnò ai Tewa a ballare. Gli aborigeni australiani raccontano di una donna bellissima e altera, la danzatrice perfetta, trasformata in gru da uno stregone.

(Il fabbricante di eco - Richard Powers)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page