giovedì 13 luglio 2017


“Siedi al sole.
Abdica e sii re di te stesso”


(F.Pessoa)

https://www.youtube.com/watch?v=PKTHMhJK5fk





Etichette:

martedì 11 luglio 2017

Ti voglio dire questo: la cosa dannosa del fascismo è che induce gli imbecilli a credersi molto furbi. Quanto più uno è idiota, tanto più il fascismo lo fa sentire orgoglioso di sé. Ci sono iniziative da tutte le parti, inaugurazioni, bandiere, preti, fútbol e molto silenzio. Ti tranquillizza non dover pensare, e finisci schiavo di un principe fantoccio. 

(Osvaldo Soriano)


https://www.youtube.com/watch?v=3H6amDbAwlY



Etichette:

venerdì 7 luglio 2017

Memorie di un pensiero invisibile ( dalla genesi all'estinzione )


 https://www.youtube.com/watch?v=e7emkdc4Pjg



sabato 1 luglio 2017

Quelli che , magari pure in buona fede, provano senza soluzioni di continuità a plagiarti senza accorgersi che in realtà ti stanno solo rompendo i coglioni, oh yeah!





mercoledì 28 giugno 2017

"Cerco il suo angolo di silenzio. Intorno a quale nucleo di silenzio parla quest'uomo? Quale tesoro nasconde il silenzio del logorroico?"


Daniel Pennac [ ( Il caso Malaussène. Mi hanno mentito (Ils m'ont menti) ]



lunedì 26 giugno 2017

Scrivo ancora. Nei primi quattro mesi di quest'anno ho scritto duecentocinquanta poesie. Sento ancora la follia scorrermi dentro, ma ancora non ho scritto le parole che avrei voluto, la tigre mi è rimasta sulla schiena. Morirò con addosso quella figlia di puttana, ma almeno le avrò dato battaglia. E se fra voi c'è qualcuno che si sente abbastanza matto da voler diventare scrittore, gli consiglio va' avanti, sputa in un occhio al sole, schiaccia quei tasti, è la migliore pazzia che possa esserci, i secoli chiedono aiuto, la specie aspira spasmodicamente alla luce, e all'azzardo, e alle risate. Regalateglieli. Ci sono abbastanza parole per noi tutti. 


Charles Bukowski








giovedì 22 giugno 2017

“Si parlava di poeti come modelli di vita, come miti, come piedi di porco per scardinare la mediocrità della vita di tutti i giorni.”

Enrico Brizzi