venerdì 29 luglio 2016


"Non si dovrebbe mai mangiare troppo quando si ha l'anima sottosopra. Perché causa vertigini romantiche, slanci macabri, disperazioni liriche."

(Amélie Nothomb)



„Non si dovrebbe mai mangiare troppo quando si ha l'anima sottosopra. Perché causa vertigini romantiche, slanci macabri, disperazioni liriche. (p. 60)“
– Amélie Nothomb

Riferimento: http://le-citazioni.it/autori/amelie-nothomb/?q=218093
„Non si dovrebbe mai mangiare troppo quando si ha l'anima sottosopra. Perché causa vertigini romantiche, slanci macabri, disperazioni liriche. (p. 60)“
– Amélie Nothomb

Riferimento: http://le-citazioni.it/autori/amelie-nothomb/?q=218093

martedì 26 luglio 2016

Rabbino Marshak: "Quando la verità si scopre essere falsità...
e tutta la speranza, dentro di te, se ne và...
che cosa si fa?

Grace Slick, Marty Balin, Paul Kantner, Jorma... "
danny: "Kaukonen"
Rabbino Marshak: "...qualcosa... questi sono i membri degli Airplane..
(e restituendo la radio e l'auricolare a Danny) fa il bravo..."

A serious man


https://www.youtube.com/watch?v=qsFZtOpPh8k



sabato 23 luglio 2016

(uno dei discorsi piu` lucidi sulla confusione che regna in questi ultimi tempi)

"Sembrava fossero tre, invece era uno solo. Sembrava fosse un energumeno, ma era un ragazzo di 18 anni. Sembrava avesse un intero arsenale, invece ha ucciso o ferito 25 persone con una stessa pistola, con cui poi si è suicidato. Era tedesco, ma di origine iraniana. Da quella ripresa dal tetto del parcheggio, quel dialogo surreale da un palazzo all'altro, pareva uno squilibrato, confuso ma feroce"
 "È bastato lui comunque a mettere in ginocchio per otto ore una delle più importanti città della Germania, a sigillarla in un allarme assoluto e in una caccia all'uomo rivelatasi inutile, perché quell'uomo senza complici si era subito tolto la vita, dopo averne stroncate altre nove. Forse era solo un pazzo, forse no. Forse un emulo suggestionato del killer di Nizza, o un esecutore fanatico dell'invito a colpire ovunque lanciato dallo Stato Islamico, o qualcos'altro. Forse sapremo, forse no".

"Di sicuro però è un altro frutto avvelenato di questa stagione di terrore, di questa strategia del panico che amplifica ogni allarme e lo moltiplica su scala mondiale, mina la sicurezza di tutti, crea insieme psicosi irrazionali e timori fondati di una prossima volta, che può essere ovunque e in qualsiasi momento. Ecco perché magari non c'entra niente, ma è comunque l'Isis la vera beneficiaria della strage di Monaco".

Enrico Mentana


mercoledì 20 luglio 2016

Gli sfoghi lasciano il tempo che trovano. Non sono quasi mai lucidi e mettono insieme storie nel tempo sbagliato. Meglio le digressioni dunque



domenica 17 luglio 2016

In giro circolano molte voci che lasciano pensare che la Francia si sia attirata l`ira dei fanatici criminali islamici per colpa del suo intervento in Libia del 2011 contro il regime. In effetti sarebbe stato facile non fare nulla. Bastava per esempio fare finta di non vedere che quell`allegrone di Gheddafi stava bombardando sulle manifestazioni di protesta dei civili inermi con l`aeronautica militare (di solito siamo tutti piuttosto bravi in questo genere di cose )

http://youtu.be/c1Uw1uD6lXs





venerdì 15 luglio 2016

"Il narcisismo è un`Isola che nessuna argomentazione intacca, un governo sordo a ogni decreto che non abbia esso stesso promulgato, e in modo così efficace non lo potrà riformare senza avviare un nuovo iter legislativo - e dovrebbe volerlo, ma come può l`io despota desiderare la propria destituzione? Insulare e sovrano valuta da se la propria competenza, perché correre il rischio di prestare orecchio a delle ingiunzioni continentali? "


Francois Begadeau



lunedì 11 luglio 2016

“Genova è anche gli amici che da lontano ti vedono crescere e invecchiare, per esempio i pescatori, che hanno la faccia solcata da rughe che sembrano sorrisi e, qualsiasi cosa tu gli confidi, l'hanno già saputa dal mare.” 


Fabrizio De André